Il Cantiere Scuola

La Scuola ha previsto l’apertura di cantieri di lavoro per la realizzazione di opere edili con riferimento allo svolgimento di quella quota parte delle attività formative di regola destinate ad attività pratica ed a stage. Obiettivo dei cantieri scuola è  “imparare facendo”  per conoscere, dal vivo, la responsabilità del lavoro, il rispetto delle norme di sicurezza, il confronto con il lavoro in gruppo.
Nei cantieri scuola i soggetti in formazione vengono impegnati nella realizzazione di opere e manufatti,  definite ed individuate tenendo conto degli obiettivi propri del progetto, delle competenze da sviluppare e degli specifici moduli formativi di riferimento.
Le attività si svolgono sotto la guida e il controllo di istruttori tecnici, incaricati sulla base di specifiche attitudini e consolidate esperienze professionali.
Gli allievi svolgono un ruolo attivo e singolare, imparando dunque non solo il saper fare ma soprattutto il saper essere, ambito nel quale, spesso,risultano avere forti e strutturali carenze.
La Scuola Edile mira con questa scelta, partendo dalla valorizzazione del lavoro come fondamento della conoscenza, a far diventare formazione e cantiere un tutt’uno e soprattutto a fondere la didattica con il lavoro vero e proprio.
In un’ottica d’espansione e qualificazione dell’offerta formativa e anche d’interazione sempre più spinta con il territorio di appartenenza,  la Scuola Edile della Provincia di Brindisi intende individuare con gli Enti Locali percorsi di collaborazione che consentano di attivare, a titolo completamente gratuito per gli stessi,  l’esperienza dei cantieri scuola su beni immobili di proprietà degli Enti, o parte di essi.
Sono stati già avviati percorsi di collaborazione in questa direzione con il Comune di Brindisi, la Provincia di Brindisi, la Soprintendenza di Lecce per i beni monumentali e quella di Taranto per i beni archeologici e si intende proseguire in questa direzione per l’attivazione di esperienze di cantieri scuola significative e utili non solo alla nostra Scuola ma anche alla collettività.